La Germania che non ti aspetti

Il diario di Vincenzo: Baden Baden

Dopo aver fatto visita a Stoccarda, siamo pronti per partire in direzione Baden-Baden.  

Ma prima una bella colazione alle 7:30 del mattino ci sta tutta!

Dopo il Check-Out all’Hotel, ci rimettiamo in viaggio verso la nuova destinazione. Con un po di traffico raggiungiamo in due ore e mezza circa, la famosissima città Termale Baden-Baden.

Ad attenderci vicino al Casinò c’è Valeria.

Il casinò di Baden-Baden è caratteristico da fuori e raffinato all’interno. Appena siamo entrati ci è sembrato di essere stati catapultati indietro nel tempo. Il casinò oltre ad avere i bellissimi tavoli verdi ha delle sale interne che sono un vero e proprio bel vedere agli occhi. Che dire Bellissimo e sofisticato.

Dopo aver visitato l’interno del Casinò, ci dirigiamo verso il curatissimo giardino. E possiamo godere fin da subito la vista dell’elegantissimo palazzo sul parco.

Con la guida iniziamo a passeggiare nella Lichtentaler Allee. Questo parco per fare Jogging o andare in bicicletta è l’ideale. Qui non abbiamo fatto altro che camminare, respirare a pieni polmoni e goderci l’aria aperta. Con il fiume che scorre lungo il parco e con i ristorantini sulla sinistra passeggiare qui è veramente l’ideale per trascorrere la giornata.

Inizia a farsi ora di pranzo e la guida ci propone di andare a mangiare la miglior Torta della Foresta Nera al Café König una pasticceria molto carina che si trova al centro della città. La caffetteria è un gioiello di bontà! Al suo interno troviamo una vetrina con torte e dolci bellissimi che solo a guardarli si prende qualche chilo.

 

{loadposition adsensetestuale}

 

Dopo aver mangiato arriva il momento della passeggiata in centro. Tra la via dello Shopping, il museo di Frieder Burda e la Stifskirche arriviamo nella piazza principale la “Kongreßhaus Baden-Baden Betriebsgesellschaft“. Qui è possibile ammirare l’imponente chiesa evangelica Evangelische Stadtkirche.

Abbiamo notato che qualche ora prima c’è stato anche un matrimonio Italiano (di preciso romano).

La chiesa è molto particolare, è talmente alta che è anche difficile fotografarla per intera.

Dopo aver girato qualche clip e timelapse per il video salutiamo Valeria e ci dirigiamo verso la Merkur Funicular Railway, per goderci a pieno il panorama della città.

La collina di Mercurio si raggiunge agevolmente con una funicolare che parte ogni 15 minuti dalla stazione, il ticket costa circa 4€ andata e ritorno. La vista che si gode è ampia e bellissima ed è possibile assistere anche ai lanci di coloratissimi parapendio.

Dopo questa super vista è arrivato il momento di rilassarci nelle bellissime Terme di Caracalla. Questo sicuramente è un posto magico che merita sicuramente una visita. Ricco di cose da fare (Saune, Bagni Turchi, Idromassaggi, Piscine di vario genere e zona Relax).

 

Queste terme sono un vero paradiso gestito accuratamente dal personale. All’entrata vi daranno un orologio con un chip che vi permette di scegliere un armadietto e metterci tutta la vostra roba al suo interno e potrà essere aperto solo con il vostro orologio quindi fate attenzione a non perderlo.

Ci siamo rilassati talmente tanto che abbiamo perso il conto delle ore e purtroppo abbiamo fatto tardi. Non avendo letto sulla guida che ci aspettava qualcuno a Tubinga abbiamo deciso di rimanere a cenare in città.

Con una zuppa di pomodoro e un aperitivo in uno degli hotel più raffinati della città ci rimettiamo in viaggio verso la nuova città: Tubinga.

Nel prossimo ed ultimo articolo vi parlerò di questa piccola città con case molto particolari.

Commenta