Sognando la Thailandia 2013

Varna on the Beach

Nicola sulla spiaggia di Varna

Avete presente quando si dice “Essere nel posto giusto, al momento giusto”? Quelli siamo noi! Finalmente le belle giornate cominciano ad arrivare e noi siamo a Varna, sul Mar Nero. Quindi … ci dirigiamo subito in spiaggia e troviamo un posticino veramente carino, con letti a baldacchino dove sdraiarsi e prendere il sole! Una cameriera viene ripetutamente a chiedere se vogliamo qualcosa da bere, noi andiamo ad acqua. Dopo la serata di ieri è difficile anche solo pensare a qualcos’altro.

Verso l’una del pomeriggio la spiaggia diventa abbastanza affollata, strano per essere lunedì. Ma non è soltanto la quantità di persone presenti in spiaggia ad averci sorpreso, quanto la bellezza delle ragazze (molte delle quali in topless). Entrare in acqua non se ne parla, è fredda, gelida. Poco distante vediamo dei campi da beach volley e decidiamo così di sfidare due ragazzi del posto per una partitella. Nel primo set siamo stati devastati. Il secondo ce la siamo giocata, ci siamo fatti valere, nel terzo ci mancava poco per vincere … ma ci è andata male all’ultimo punto! In compenso abbiamo conosciuto Georgy e Nikolai, i nostri sfidanti, due ragazzi simpaticissimi.

Parlano un ottimo inglese e dopo la partita ci siamo fatti due chiacchiere con loro. Ci hanno presentato Mister Dimitrov, una leggenda di quella spiaggia, 50 anni trascorsi sul litorale, molti dei quali passati ad allenare ragazzi che vogliono imparare a giocare. Alla nostra domanda su come ci fossimo comportati in campo, ci ha dato qualche speranza, finta speranza. Ci ha risposto che abbiamo potenzialità e possiamo migliorare. In altre parole, più prosaicamente, ci ha dato delle schiappe! Mister Dimitrov ci ha raccontato di come fosse quel posto anni tanti anni prima; ci dice che la spiaggia era sempre piena di gente e in tantissimi si cimentavano in lunghe sfide e infiniti tornei di beach volley.

Poi, continua, con l’apertura di altri intrattenimenti molti giovani si sono allontanati, ma lui mantiene ancora la grinta e la vivacità di un tempo, specialmente quando gioca. L’appuntamento al giorno dopo per la rivincita è scontato e dopo i saluti torniamo verso l’hotel. Una doccia e si riparte per una passeggiata sul corso pedonale. Non riusciamo a concentrarci, è tutto un via vai di persone, tra cui tante bellissime ragazze (ma questo forse lo abbiamo già detto qualche volta!). Ci fermiamo ad assaggiare delle particolarità locali dalle bancarelle lungo il corso e ci fermiamo una buona mezz’ora a guardare un gruppo di ragazzi che ballano, veramente bravi e nella loro semplicità molto originali.

S’è fatta ‘na certa, come si dice dalle nostre parti. È ora di cena e si va al solito posto, il Grill Master: buon cibo, economico, servizio impeccabile. Dopo cena, una piccola passeggiata e si rientra a casa. Dopo una giornata di mare la stanchezza si fa sentire. Domani ne abbiamo un’altra e stavolta speriamo almeno di riuscire a vincere una partita!

Commenta