Pillole di Viaggio – Krabi

Eccoci, siamo Federica, Pierpaolo e Raffaella, i vincitori del concorso Sognando la Thailandia 2016: seguiteci!

Perché per tre settimane vagheremo da nord a sud e vi faremo scoprire questo splendido Paese.

Occhi ben aperti dunque, perché il nostro #sognoathai è iniziato…

Arriviamo a Phuket che è sera dopo un volo super confortevole in business class: poltrone letto, champagne e menu alla carta.

Nemmeno a dirlo la Thailandia ci accoglie col sorriso e nonostante il buio sfrecciamo velocemente verso il resort di Krabi, lungo strade che ci fanno sobbalzare, bordate di alberi che paiono altissimi e che nascondono le casette appena illuminate.

Un cocktail di benvenuto a base di frutta fresca, una doccia nella bella e spaziosissima camera che ci accoglie e siamo già pronti per la cena.

Ci troviamo a Klong Muang Beach a circa 20 minuti da Krabi, una piccola meta ancora poco conosciuta, selvaggia, incontaminata, tropicale. Un gioiellino che addolcisce l’anima.

Fuori, su un’unica strada, le insegne dei ristoranti si alternano a quelle dei massaggi e dei cambia valute.

 

 

{loadposition adsensetestuale}

 

La spiaggia di sera si veste di milioni di lucine, e qui conosciamo Frankie che ha un piccolo locale proprio sulla sabbia: pochi tavoli, il barbecue dove si cuoce il pesce, comode poltrone coi cuscini colorati, un’amaca appesa all’albero. Tutte le cene le faremo qui, coi piedi affondati nella sabbia e sul tavolo le profumate specialità Thai che alla carta non superano mai i 180 Bath ossia i 5€.

A Krabi ci aspettano giorni di mare, mare thailandese, verde, verdissimo: acqua rigenerante, sabbia immacolata, le tipiche barche in legno colorate con le lunghe strisce di stoffa che sventolano nell’aria calda.

Contrattiamo con i barcaioli e raggiungiamo Ko Hong: il cielo è velato, ma i colori sono quelli che inequivocabilmente leghiamo alla Thailandia. Scivoliamo veloci sull’acqua e le isole all’orizzonte diventano la nostra prossima meta: là si trovano le Phi Phi Islands, universalmente conosciute per la loro strabiliante bellezza e per il film The Beach, girato proprio nel loro angolo più scintillante, Maya Bay.

La barca corre veloce tra i faraglioni, che diventano sempre più imponenti e nascondono spiagge bianchissime, incastrate tra pareti di roccia multicolore o coperte di verde. Un saluto alle scimmie che corrono a cercare un bocconcino a Monkeys Bay, un tuffo nella laguna, un po’ di snorkeling nelle acque smeraldine di Phi Phi Don e si rientra giusto in tempo per una cena a base di pesce sulla terrazza del Lae Lay Grill, con vista panoramica sulla città.

Krabi è sorprendente! Il viaggio è appena iniziato, ma sappiamo già che non dimenticheremo facilmente questo piccolo angolo di paradiso.

Arrivederci a Phuket!, il viaggio continua…

Commenta

VitaDaTurista

VitaDaTurista

Novità da Vita da Turista