Pillole di Viaggio – Da Chiang Rai a Bangkok all’insegna dei Buddha

I nostri 20 giorni a spasso per la Thailandia volgono ormai al termine e chiudiamo il nostro magnifico viaggio con una tappa a Chiang Rai: oggi visitiamo il tempio bianco, una costruzione spettacolare che riusciamo ad ammirare in tutto il suo grande splendorela mattina presto, quando i turisti non sono ancora arrivati:  solamente il sole ci fa compagnia e fa brillare migliaia di frammenti di specchio che compongono le sue geometrie.

 

Buddha sdraiato

 

Passaggi sull’acqua, ponticelli, piccoli giardini lussureggianti, campanelle al vento che i fedeli acquistano per una manciata di baht e che lasciano dondolare qui al tempio, con appesi ai fili sottili i nomi e le speranze di una vita. Il Buddha è assiso, non è fotografabile, sembra guardare con pietà alle donne prostrate ai suoi piedi. Decine di operai lavorano instancabilmente con scope e stracci, neanche un granello di polvere si poserá su questa magnifica opera d’arte. Proseguiamo su per la collina e visitiamo un altro tempio: siamo gli unici turisti e possiamo goderci il luogo in tutta libertà. Qualche minuto e la nebbia si alza, regalandoci un Buddha dalle proporzioni gigantesche, tutto per noi.

 

tempio

 

Facciamo rotta verso sud, un volo a Bangkok ci sta aspettando: tappa a Kamphaeng Phet dove passeggiamo tra le maestose rovine dell’antica città; ci colpiscono i tre templi allineati e quello centrale, in pietra nera e rossa scura, con uno stupendo Buddha coricato, bianco ed enorme. Anche qui siamo gli unici visitatori in solitaria, apprezziamo le scelte della nostra guida Tej #ViaggiDiBoscolo che seleziona accuratamente tempi e siti, rendendo indimenticabile il nostro viaggio.

Ultima tappa al Buddha gigante dove ci allunghiamo per toccare le sue dita enormi: ci porterà fortuna e ci farà tornare in Thailandia.

Alla prossima dunque!

Commenta

VitadaTurista

VitadaTurista

Novità da Vita da Turista