Sognando la Thailandia 5

Thailandia, il regno dello street food tutto da assaggiare

Specialità Thai

Human Safari e Diana di Ecoway Travel sono stati i protagonisti dell’edizione 2018 di Sognando la Thailandia.
Un’edizione che ha visto i due testimonial andare alla scoperta delle diverse e numerose bellezze della Terra del Sorriso, in un itinerario che gli ha permesso di immergersi nella natura, nella storia e nella cultura della Thailandia.

Dal verde delle cascate, custodite come tesori all’interno dei parchi naturali locali, fino ad arrivare ai templi di Chiang Mai, Diana e Nicolò hanno potuto vivere la loro esperienza in Thailandia a 360°, lasciandosi avvolgere da un patrimonio di tradizioni antichissime e da paesaggi ai limiti del surreale.

Non è possibile parlare di Thailandia, tuttavia, senza passare anche attraverso la sua gastronomia e i suoi prodotti locali, da assaggiare rigorosamente per strada e sui banchi dei tanti mercati thailandesi. Non è un caso che la Thailandia sia considerata un vero e proprio regno dello street food a livello mondiale, e immergersi nella cultura locale significa anche assaggiare le specialità thai che si possono trovare letteralmente ad ogni angolo.

Ce n’è per tutti i gusti, e sono piatti preparati a base di alimenti ‘poveri’ e facilmente reperibili nel territorio. Dal pesce, che proviene in generose quantità dal mare, fino ad arrivare alla frutta che in Thailandia sembra davvero avere tutto un altro sapore (basti pensare al mango thailandese e al cocco, e al tipico dragon fruit), è un vero peccato non concedersi un assaggio di Thailandia.
I mercati thailandesi si tingono di tanti colori e sprigionano tanti profumi, come quello della carne alla brace. Pare, infatti, che il barbecue sia una pratica molto diffusa in Thailandia, e che siano tantissimi i tipi di carne che vengono arrostiti e serviti al momento, da quella di maiale a quella di pollo, passando anche per gli insetti che sono una vera specialità thai, e che tutti quelli dallo stomaco particolarmente forte e dall’altrettanto forte curiosità possono provare.

Passeggiando tra i mercati thailandesi, anche Diana e Nicolò si sono fermati – più di una volta – ad assaggiare le pietanze esposte sui banchi, consapevoli che un viaggio in Thailandia è anche un viaggio nel gusto thailandese e nell’offerta gastronomica locale. Un viaggio, del resto, tutto all’insegna del low cost, perché mangiare in Thailandia ha costi bassissimi, per noi europei ampiamente favoriti dal cambio di moneta. 1 bath, per rendere l’idea, corrisponde a circa 2 centesimi di euro, e per mangiare al volo in un mercato thailandese costa anche meno di 3 bath.

In Thailandia, dunque, si mangia bene e si mangia low cost: due ingredienti perfetti per concedersi un’autentica ‘abbuffata’ di Thailandia. Nel corso del vostro viaggio sarete spesso tentati, proprio come Diana e Human Safari, di fermarvi a gustare le tante bontà locali. E se dopo aver mangiato un po’ troppo doveste aver bisogno di una farmacia, non c’è problema: basta stipulare una delle tante formule assicurative di EuropAssistance. Con Smart Generation, ad esempio, avrete a disposizione uno strumento semplice e incredibilmente flessibile, a misura di viaggiatore grazie alla sua assistenza 24 ore su 24 e la copertura anche in caso di problemi sanitari. L’assistenza h24 è garantita anche via Facebook Messenger, perfetta per tutti i viaggiatori davvero smart – come dice il nome della formula stessa – che portano sempre con sé cellulari e tablet e che vogliono essere sempre connessi. Anche, e soprattutto, in caso di emergenza!

Commenta