Idee di viaggio

5 posti che non avete sicuramente visto a Londra

Scatti dal Broadway Market di Londra©fabbio

Siete stati a Londra tantissime volte e non vi stanchereste mai di tornarci? Giustissimo, è una città splendida. Eppure ci sono delle cose da vedere che sono davvero interessanti e che, però, restano un po’ fuori dall’ordinario circuito turistico della capitale inglese. 

Scatti dal Broadway Market di Londra

Da una parte all’altra della città

Ogni guida di Londra propone sempre la sua parte ovest, quella dove sono presenti i principali monumenti e le attrazioni più famose della città. Anche la parte est, tuttavia, negli ultimi anni è stata soggetta ad un lavoro di riqualificazione urbana che l’ha resa meta appetibile per un turista. Hackney è un sobborgo londinese dal passato malfamato che recentemente è stato rivalutato e riscoperto. È la parte della città di cui Alfred Hitchcock aveva scoperto il potenziale, dal momento che qui girò alcuni dei suoi primi film.

Hoxton Square è uno dei punti di ritrovo di artisti, giovani e abitanti della zona, dove si trovano ristoranti e caffè alla moda, e gallerie d’arte come la White Cube che fanno capire quanto vivace sia l’atmosfera che vi si respira.

Gli Hackney Marshes, sede di 88 campi di calcio, è tra le (numerose) aree verdi presenti nella zona, e che non a caso è stato scelto come location delle Olimpiadi di Londra 2012.

Non mancano pezzi di storia, a Hackney: la Sutton House in Homerton High Street è il suo edificio più antico, una casa del periodo Tudor che attualmente ospita un museo. E qui si possono ammirare case storiche tra cui quelle in cui hanno vissuto scrittori come Edgar Allan Poe.

da www.theplatforms.org.uk

Portobello? No, meglio Broadway

Quando si pensa ai mercatini di Londra, viene subito in mente quello iconico di Portobello Road. Non è, però, il solo: potreste trovare ottime offerte anche al Broadway Market. Qui si può trovare di tutto, dallo street food all’elettronica casalinga. Il tutto a prezzi molto convenienti.

In passato era un centro molto frequentato, e recentemente è stato valorizzato grazie ad alcune associazioni locali che lo hanno riportato in auge.

Chiuso tra il parco London Fields e il Regent’s Canal, non è ancora conosciutissimo dalle masse di turisti e per questo è frequentato più che altro dalle persone del posto; ancora si può avvertire tra i suoi banchi, quindi, il vero British style.

Il buon cibo è il suo fulcro: frutta e verdura, carne, pesce, pane e dolci, e molto altro ancora. Eppure è anche un punto nevralgico della moda nell’East London: si possono incontrare, infatti, molte fashion victim che vanno  a fare incetta di cappelli, scarpe e abiti vintage, senza considerare che è in zona che risiedono alcuni dei migliori giovani designer del paese.

Broadway Market a Londra

Londra a tinte fosche

I quartieri dell’East End, soprattutto nei distretti di Spitalfields e Whitechapel, sono sempre associati alla macabra figura di uno dei più conosciuti serial killer della storia: Jack lo Squartatore. Moltissime le visite guidate che conducono i turisti più coraggiosi lungo le strade in cui furono commessi i delitti. Ovviamente i tour si svolgono di sera, partendo intorno alle sette, per dare una maggiore aura di mistero e di inquietudine all’esperienza.

Se siete tanto spavaldi da voler fare questo giro dell’East End per conto vostro, vi consigliamo un punto di partenza: scendendo alla stazione metro di Whitechapel camminate fino a Durward Street e vi troverete davanti ad un edificio in mattoni rossi. Lì accanto fu trovata la prima vittima di Jack, Mary Ann Nichols.

Londra nasconde molti altri luoghi in cui mettere alla prova il proprio coraggio, come Old Bailey, sede di numerose impiccagioni pubbliche, la casa del barbiere Sweeney Todd e il luogo di tortura di Braveheart.

Whitechapel

Prossima fermata: Hogwarts

Un luogo che fino a qualche anno fa nessuno conosceva, e che era frequentato solo dalle persone che prendevano degli ordinari treni che conducevano verso alcune località vicine. Negli ultimi anni la stazione di King’s Cross, nel quartiere di Camden Town, è diventato una meta molto frequentata. Considerato il successo mondiale che ha avuto il giovane mago Harry Potter, è comprensibile che la fila per fare una foto al famoso binario 9 ¾ sia ogni anno sempre più lunga. È un binario nascosto di questa vecchia stazione in stile vittoriano che, con le sue grandi arcate, mantiene il suo aspetto di stazione di altri tempi.

Il fantastico binario è posto tra i realmente esistenti binari 9 e 10: è da qui, come si dice nei libri e nei film, che parte il treno per la scuola per maghi di Hogwarts. Il binario è abbastanza riconoscibile, in quanto nelle sue mura  è stato piantato un carrello porta bagagli con cui sempre più turisti decidono di fare una foto. 

Se volete risalire agli albori della storia del mago più famoso del mondo, vi consigliamo anche una passeggiata nello Zoo di Londra, dove Harry si accorge di essere “speciale” parlando con un serpente. E se anche non siete dei fan della saga della Rowling, godetevi la bellezza dello zoo!

King's Cross

Gli oratori della domenica

Hyde Park è conosciutissimo dai turisti della City, ma in un angolo dell’ampia area verde succede qualcosa che non si vede tutti i giorni (e ovunque). Qui si mantiene una tradizione tipicamente anglosassone che affonda le sue radici molto indietro nel tempo: quella dei comizi improvvisati e dei pulpiti di fortuna. Nei pressi di Marble Arch si trova lo Speakers’ Corner, dove la domenica mattina sono moltissimi coloro che si improvvisano oratori e che esprimono la propria opinione su alcuni temi. Salendo su sedie, sgabelli e scale pieghevoli attirano sempre l’attenzione di un nutrito corpo di curiosi.

Perché andare a vedere questo piccolo angolo del parco? Perché qui hanno tenuto discorsi storici anche persone importanti come Karl MarxLenin e George Orwell.

Speakers' Corner

Commenta