Idee di viaggio

Halloween e le origini nella mitologia celtica irlandese

Fare un viaggio sostenibile vuole anche dire conoscere le cultura del luogo, le loro origini e quindi anche informarsi sulla mitologia, poiché le tradizioni sono quegli elementi fondanti di un popolo, di un paese e dunque anche del patrimonio turistico, che ci interessa particolarmente. Allora partiamo alla sua scoperta!

Se c’è un paese che mi ha particolarmente affascinato per i suoi miti è l’Irlanda, forse per il fatto che le sue leggende sono molto legate alla natura, i loro personaggi nutrono un gran rispetto per essa ed è la loro principale fonte di saggezza. Come ben sappiamo nell’isola verde si tramandano le leggende celtiche, non vi è quasi niente di scritto in quanto venivano tramandate dai druidi (gli esperti della quercia), che vengono definiti dei sacerdoti, ma in effetti erano una sorta di saggi.

Le loro saghe sono innumerevoli e tutte piene di fascino, ma siccome siamo in ottobre vorrei parlarvi di Halloween, questa festa che da diversi anni si festeggia anche nelle nostre latitudini e che molti erroneamente pensano sia stata importata dagli Stati Uniti. Sebbene è vero che sia molto diffusa in Nord America e che è stata notevolmente commercializzata, la sua origine è celtica (anche se vi sono delle tracce romane) ed è stata esportata dall’Irlanda al Nuovo Mondo attraverso le migrazioni di massa degli immigranti irlandesi.

Halloween letteralmente significa “vigilia di Ognissanti” ed è collegata alla festa del Samhain che rappresentava la fine dell’estate, l’uscita dalla luce e l’ingresso nelle tenebre (difatti le giornate si accorciano). Questa ricorrenza era celebrata come una specie di Capodanno, una divisione tra un periodo agricolo e l’altro e veniva celebrato con diverse riti.

Durante quella notte spariva il confine tra il regno dei morti e quello dei vivi, quindi vi era il libero passaggio tra i 2 mondi e di bambini si travestivano per impressionare gli spiriti. Il tutto era visto come un ciclo, come una ruota. La zucca che originariamente era una rapa e che tutt’oggi viene esposta, priva di polpa e con una sua candela al suo interno, rappresenta Jack O’ Lantern, un ubriacone irlandese che imbrogliò il diavolo e che continua a vagare in cerca di rifugio in quanto scacciato sia dall’inferno e che dal paradiso.

Generalmente quando si giunge al 31 ottobre l’opinione pubblica si divide, c’è chi ama Hallowen e chi lo detesta. Se rientrate, come me, nella prima categoria non vi resta altro che travestirvi, accendere Jack O’ Lantern in balcone ed esclamare Trick or Treat? (Dolcetto o scherzetto?)

 

Questo articolo e tanti altri che compongono la rubrica Turista Sostenibile sono curati da Monica Losen – Maradise Viaggi. Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina Facebook di Monica Losen – Maradise Viaggi.

Commenta