Serie B in extremis con finale horror: salvezza Cosenza, vergogna Brescia

Nando Di Giovanni  | 02 Giu 2023

Avremmo voluto parlare di una partita di calcio, invece ci ritroviamo per l’ennesima volta ad assistere inermi alla follia messa in scena dai soggetti – che non chiameremo tifosi – che, subito dopo il pareggio del Cosenza, hanno riversato tutta la loro idiozia e frustrazione invadendo il campo. Il motivo? La retrocessione in Serie C del Brescia.

Al Mario Rigamonti è esploso letteralmente il caos, con scene di guerriglia che non si sono placate neanche al termine dell’incontro, quando il direttore di gara ha interrotto il match per invitare i componenti delle due squadre a rifugiarsi negli spogliatoi dopo l’invasione di campo da parte di alcuni scalmanati rappresentanti della curva bresciana.

I fatti di cronaca, dunque, rischino di offuscare l’impresa del Cosenza che, per il secondo anno di fila, riesce a conquistare la salvezza passando per i play-out. Merito dell’incornata al 95’ minuto di Meroni che ha fissato il risultato sul pareggio per 1-1, rendendo inutile la rete della speranza di capitan Bisoli.

L’impresa del Cosenza di William Viali

Ed è un peccato visto che l’impresa dei Lupi della Sila meriterebbe tutte le attenzioni del caso, vista la lunga rincorsa che li ha visti protagonisti di un recupero sulle contendenti alla salvezza partito dalla 12° giornata, quando sulla panchina è giunto William Viali, raccogliendo l’eredità di Davide Dionigi.

L’ex tecnico del Cesena ha saputo risollevare le sorti dei calabresi, portandoli fino allo spareggio per conservare la categoria e lasciandosi alle spalle squadre ben più attrezzate per la permanenza in categoria come Perugia, SPAL e Benevento. Sublimando nello spareggio contro le Rondinelle che, così, fanno ritorno in Serie C dopo 38 anni.

E sebbene la festa sia stata guastata dagli eventi di cronaca che hanno avuto il sopravvento su quelli sportivi, il triste epilogo che si è materializzato non cancella affatto l’impresa sportiva di un club che, ancora una volta, è riuscito a gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Il tabellino di Brescia-Cosenza

Ecco il tabellino dell’incontro:

BRESCIA – COSENZA 1-1

BRESCIA (4-3-2-1): Andrenacci; Karacic, Cistana, Adorni, Mangraviti (67’ Galazzi); Bisoli, Labojko (59’ van de Looi), Björkengren; Listkowski (59’ Bianchi), Rodriguez; Ayé. A disposizione: Lezzerini, Ndoj, Adryan, Niemeijer, Olzer, Pace, Scavone. Allenatore: Daniele Gastaldello

COSENZA (4-1-4-1): Micai; Martino (88’ Rispoli), Rigione, Meroni, D’Orazio; Venturi (60’ Väisänen); D’Urso (60’ Zilli), Brescianini, Voca (46’ Praszelik), Florenzi (75’ Cortinovis); Nasti. A disposizione: Marson, Calò, Kornvig, Finotto, Marras, La Vardera, Arioli. Allenatore: William Viali

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Reti: 29’ st Bisoli (Brescia), 50’ st Meroni (Cosenza)

Ammoniti: Cistana, Labojko e Rodriguez (Brescia); Martino, Nasti e Voca (Cosenza)

 

Nando Di Giovanni
Nando Di Giovanni



©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur