11-14 Dicembre – Il Triangolo d’Oro

Sul Triangolo d’Oro si trova di tutto, sia online sia offline. Ora che ci sono stata ho capito perché: sembra aver ricevuto una pennellata d’oro dal cielo!

 

{loadposition adsensetestuale}

 

Le città qui non sono il massimo dell’ordine e della pulizia anche perché sono veramente strapiene di turisti. Può quindi capitare di camminare per le viuzze del centro di Chiang Mai tra bancarelle con cibo da strada e negozietti con articoli di dubbia provenienza pensando: “Si va bè’ ho capito, ma che mi ci hanno mandato a fare qui?”

Poi giri l’angolo e improvvisamente spuntano Stupa e Templi d’oro a ogni angolo, creando un contrasto unico!

Personalmente sono rimasta a bocca aperta. Ora ho capito perché lo chiamano il Triangolo d’Oro. E perché ogni volta che chiedo info al riguardo ai miei mentori di Firmamento me ne parlano con tanto entusiasmo.

Inoltre la cosa interessante è che intorno alle città ci sono molti parchi nazionali, in particolare il Doi Inthanon National Park, famoso perché vanta la vetta più alta della Thailandia: 2565 metri!

In città c’erano 32 gradi all’ombra e noi grandi viaggiatori e conoscitori del Mondo siamo partiti all’avventura con canottiera e pantaloncini (ovviamente con la macchina ci siamo persi 70 volte prima di riuscire ad arrivare in cima). Risultato? Siamo morti dal freddo! In cima la temperatura toccava i 13 gradi. La gente con il cappotto e noi con le flip flop ai piedi.

 

È stata solo la nostra prima avventura di giornata. Sapete che ho deciso di lasciare a piedi Gabriele. Sì sì, proprio così. Guardare per credere! È stato divertentissimo!!!

 

 

E poi, altro giro, altro siparietto. 

– “Che facciamo? La facciamo benza prima di entrare nel parco?”
“Ma no dai, abbiamo ancora una tacca… vuoi che non ci basti?”

Indovinate com’è andata finire la giornata …

Che fai … non ci vuoi rimare a piedi sulla statale Thailandese a 200 metri dal benzinaio? Grandi viaggiatori noi!

Ecco ora spingi va!

Commenta

VitadaTurista

VitadaTurista