6 Dicembre – Indietro nel tempo

Svegliarsi ogni mattina in un posto nuovo e non sapere cosa ti riserva la giornata. L’unica certezza che hai è che stai per scoprire qualcosa di nuovo. I tuoi occhi splendono, c’è quello scintillio atavico, quel qualcosa che è insidiato in un ognuno di noi dai tempi in cui l’uomo era nomade.

Il Mondo è un posto meraviglioso e noi non siamo nati per starcene in casa a fare zapping ma per esplorare, per conoscere e per mescolarci.

 

{loadposition adsensetestuale}

 

Questo è quello che provo durante questo viaggio e durante ogni viaggio. Ogni mattina mi sveglio e so che il mio cuore e i miei occhi verranno riempiti di un nuovo pezzettino di Terra.

Una sensazione disarmante

Oggi siamo andati alla scoperta di alcuni tra i i siti archeologici più belli della Thailandia, la cosa che più mi stupisce è che in nessuno di questi abbiamo incontrato molti turisti; si tratta di posti poco battuti dal turismo di massa e noi abbiamo avuto la fortuna di essere accompagnati dai colleghi dell’Ente del Turismo; siamo gli ospiti d’eccezione!

Un vero onore!

Abbiamo sorvolato con il nostro Drone le meraviglie del siti Phanom Rung e Phimai. Oltre ad essere dei luoghi mozzafiato dal punto di vista architettonico, la cosa più bella è che qui si può entrare in contatto con la gente del posto, si incontrano famiglie Thai e gruppi di Monaci che arrivano a pregare da ogni parte della Thailandia, ovviamente noi da profani abbiamo cercato di fare conoscenza con più persone possibile, sono tutti incuriositi dai Falang (nasi appuntiti, è così che chiamano noi occidentali! Non so nemmeno se si scriva così) e ci fermano per farsi fotografare con noi, che ovviamente li incastriamo a nostra volta in mille selfie!!

Certo, qua stanno avanti in fatto di selfie, non c’è persona che non sia dotata di apposito bastone estensore per il proprio cellulare.

Al rientro da questa giornata all’insegna della storia ci siamo mescolati (tanto per dire perché senza occhi a mandorla è un po’ difficile mescolarsi davvero) in una festa di paese moooolto folcloristica a Korat, dove siamo riusciti a scovare un centro massaggi gestito da due pazze ragazze Thailandesi che ci hanno rimesso al mondo, soprattutto Gabriele che invece di rilassarsi è stato praticamente rigirato come un calzino dalla pià massiccia delle due!

Dice di essere sfigato perché a lui capitano sempre massaggiatrici troppo vigorose. Non sarà lui che è un po’ troppo fragilino?!

Voi che ormai l’avete visto, che ne pensate?

We love Thai

Commenta

VitadaTurista

VitadaTurista

Novità da Vita da Turista